Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

27 dicembre 2006

L'altro Natale


Iraq: autobomba a Baghdad, 15 morti.
Somalia: L'etiopia bombarda l'areoporto di Mogadiscio e gli islamici in fuga, 1000 morti.
Nigeria: La popolazione ruba il petrolio forando gli oleodotti. Da una perdita scoppia un incendio, 500 morti.
Francia: Nelle banlieu i giovani immigrati di seconda e terza generazioni tornano a bruciare le macchine.
Iran: il consiglio di sicurezza dell'onu sanziona lo stato islamico per aver proseguito nel programma nucleare. "Solo carta straccia" dice Ahmadinejad.
Ecco l'altro Natale.
Il Natale di chi non lo festeggia.
Il Natale di chi vorrebbe impedirci di festeggiarlo.
Il Natale di coloro ai quali la sinistra vorrebbe aprire (e già ha cominciato con la legalizzazione di ben 350000 immigrati oltre ai 170000 stabiliti dal Governo Berlusconi) le porte dell'Italia.
Riflettiamoci.

Regalo di Natale
Sotto l'albero abbiamo trovato la conferma della condanna a morte del tiranno iracheno Saddam Hussein.
Speriamo sia eseguita al più presto per far voltare definitivamente pagina all'Iraq.
Ne riparleremo.



Entra ne

13 commenti:

Monica ha detto...

L'altro Natale è anche quello di Prodi, che nel tepore delle feste natalizie, riunisce gli adepti per modificare la sconceria sulla prescrizione dei reati contabili...O quello del Ministro degli Esteri col suo tour in America latina, tra Cile, Perù e Brasile (ci sarà una capatina anche a L'Avana?).

Arriverà la primavera...

Abbracci

qualcosadidestra ha detto...

Io credo che gli italiani se ne siano gia' accorti. Il problema casomai e' dettato da coloro che stanno al governo. Loro possono fare molti guai e purtroppo hanno tutti gli strumenti per farlo.

Otimaster ha detto...

Caspita oggi ci riesco, bastava fare login.
Pessimo Natale per molti poveracci, purtroppo alcuni di questi sono contemporaneamente vittime e carnefici.

Anonimo ha detto...

Monsoreau sai copme sono d'accordo con te su certi temi, ma non sulla pena di morte. Ma non è che ogni volta che ne parli io devo ribadire le mie posizioni, rischio di essere noioso...

Buone feste di cuore...

Monsoreau ha detto...

Tutto sommato anche gli italiani, quando avranno la pancia meno piena, hanno gli strumenti per reagire ... ;-)
Van: non sei il solo ad essere contrario, anche nell'ambito del Castello.
Quel che importa è che si dia legittimità anche alla tesi opposta, senza anatemi nè rosari "politically correct".
Domani approfondirò il tema "giustiziamo Saddam".

gabriele ha detto...

scusa chi te l'ha detto che la gente nigeriana che ruba il petrolio non vuole farti festeggiare il natale?
e cosa c'entra l'etiopia con il tuo natale?

che discorso patetico...

Monsoreau ha detto...

Mentre autorizzavo i commenti, ne ho intravisto uno cui risponderò a breve, al post odierno e che auspicava il "dialogo".
Beh, leggendo il commento di Gabriele mi vien da dire: come si può dialogare con i musulmani, così distanti e distinti da noi, quando anche chi parla la stessa lingua e ha la medesima cittadinanza commenta dimostrando di non aver capito ciò che commenta ?

gabriele ha detto...

"Il Natale di chi non lo festeggia.
Il Natale di chi vorrebbe impedirci di festeggiarlo.
Il Natale di coloro ai quali la sinistra vorrebbe aprire (e già ha cominciato con la legalizzazione di ben 350000 immigrati oltre ai 170000 stabiliti dal Governo Berlusconi) le porte dell'Italia"

cosa c'è da capire?

Monsoreau ha detto...

Evidentemente molto, visto che non ci sei riuscito :-D

sandrino dazieri ha detto...

Scrivi che l´ássassinio a sangue freddo di un essere umano e´ un ¨regalo di Natale¨. Bravo. Dimostri davvero di aver capito il senso profondo della venuta di Cristo sulla terra. Cio che hai scritto e´ tra le bestemmie piu´ gravi che possano concepirsi. E hai anche il coraggio di proclamarti Cristiano.

Monsoreau ha detto...

Sei tu che scrivi di un fantomatico assassinio a sangue freddo.
Eseguire la sentenza è fare Giustizia e Cristo è sceso sulla Terra, per chi ci crede, anche nel nome della Giustizia.

sandrino dazieri ha detto...

Fantomatico? Ogni esecuzione altro non e' che un omicidio premeditato, eseguito razionalmente (ovvero a sangue freddo). E´ inutile che lo si cerchi di abbellire con definizioni edulcorate che tanto sanno di arrampicata sugli specchi. Inoltre e´ un atto contrario ai Valori della fede cristiana. Oltre che un atto stupido dal punto di vista del calcolo politico. Non passera´ troppo tempo peche´ qualche innocente debba pagare le conseguenze della barbara sete di vendetta del Clan dei Texani.

Monsoreau ha detto...

Le tue affermazioni apodittiche non aggiungono nulla di concreto al fatto che la pena di morte rientra legittimamente nel novero delle sanzioni penali.
Una società debole darà anche risposte deboli ai criminali e soccomberà.
Affari tuoi.
Sui principi cristiani saresti molto più credibile se li accettassi tutti in blocco, come prevede l'essere o meno cristiano praticante e non solo quando, sbagliando, ti sembra possano esserti comodi.