Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

20 ottobre 2009

Bocciatura Lodo Alfano: come in una barzelletta

In realtà non ho ancora letto le motivazioni che la corte costituzionale ha posto a base della sua pronuncia contro il Lodo Alfano e non so se perderò del tempo per interpretare le oltre cinquanta pagine che si sono rese necessarie a giustificare tale decisione.
Mi basta quanto ho ascoltato stamattina al Gr1: il Lodo Alfano è stato bocciato perché la costituzione non prevede la tutela per le quattro più “alte” cariche dello stato.
E mi è venuta in mente quella barzelletta in cui si chiedeva quale fosse la differenza tra l’anarchia, il comunismo e la democrazia.
In un regime anarchico tutto è permesso anche quello che è espressamente vietato.
Sotto il comunismo tutto è vietato anche quello che è espressamente consentito.
In democrazia è consentito tutto ciò che non è espressamente vietato.
E nella costituzione non è vietato consentire al Presidente del Consiglio di occuparsi dei problemi di tutti, differendo i processi contro di lui che potrebbero essere artatamente promossi solo per intralciarlo.
E non parlatemi dell’art. 3, visto che un principio fondamentale che si impara al primo anno di università vuole che a situazioni differenti sia giusto dare soluzione differente.
Che non sia il caso di “rilanciare” e oltre a proporre, come fece in passato la Lega, l’elezione popolare dei pubblici ministeri, ci si debba orientare anche verso l’elezione popolare dei giudici costituzionali ?

Entra ne

2 commenti:

Jetset - Libere Risonanze ha detto...

Allora la costituzione non deve prevedere nemmeno la tutela per i giudici che sbagliano: chi sbaglia paga, va in galera e deve sostenere una fortissima ammenda oltre ad essere cacciato dall'ordine. Così è per tutti, ingegneri, medici, architetti, commercialisti. Perché per i giudici no? Per far sì che facciano i comodi loro impunemente?

PRESS ha detto...

Sapete cosa vi dà veramente fastidio di certi discorsi
" all'italiana"? Il fatto che le premesse per arrivare ad uno sfascio simile della magistratura c'erano già tutte molto tempo fa. Nessuno allora indagava, analizzava o studiava soluzioni per la patologia " in nuce" per il semplice motivo che non c'era Berlusconi e quindi, per una certa scuola di pensiero e per i suoi accoliti, non c'era alcun pericolo. Ma i difetti del meccanismo giudiziario erano già presenti allora: col tempo essi sono diventati virulenti. Di fatto ora mettere mano ad una riforma seria e qualcosa di non più procrastinabile, e come ho già avuto modo di dire si scatenerà l'inferno perché questa è una riforma che se attuata bene toglierà alla sinistra l'unica vera arma per condizionare la politica in italia.