Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

07 ottobre 2009

Le topiche del primo presidente negro

Nonostante gli errori che costellano i primi mesi di presidenza di quello “giovane, bello (?) e abbronzato”, i fanatici dello “yes we can” non stanno capiti e si profondono in giustificazioni che suonano, alle nostre orecchie, con il classico rumore delle unghie che grattano un vetro.
Che bravo , che bello, com’è abbronzato, come parla bene, che figurino !
Tutti ad osannare il primo presidente negro nella storia degli Stati Uniti, perché a criticarlo si rischia di essere soffocati dalla liturgia del “politicamente corretto”.
Deve essere incensato a prescindere non per quello che fa (peraltro male) ma per il solo fatto che è negro.
Ma la sberla con la quale l’Olimpiade del 2016 è stata assegnata a Rio è forte ed è risuonata in tutto il mondo, mostrando l’estrema debolezza di questo presidente, tutto chiacchiere e distintivo e privo di qualsivoglia sostanza.
Ancora di più risuonano striduli e sgraziati i tentativi di giustificarlo nel suo rifiuto di ricevere il Dalai Lama.
Deve visitare la Cina, la Cina può aiutare ad uscire dalla crisi economica, non vuole irritare i cinesi.
La “ragion di stato” prevale su ogni motivazione ideale.
La stessa ragion di stato che lo ha portato, poche settimane fa, a lisciare per il verso giusto i russi rinunciando alla installazione dei missili in Polonia e Repubblica Ceca, abbandonando e mettendo in seria difficoltà i governi amici di quelle nazioni.
E’ la stessa ragion di stato che lo porterebbe a ritirare unilateralmente le truppe dall’Afghanistan lasciando nelle pesche le altre nazioni che vi sono impegnate.
Eppure gli stessi che lanciavano alti lai contro il Presidente Bush, adesso difendono colui che si appresta a sottrarre al disastroso Jimmy Carter il primate per il peggior presidente nella storia degli Stati Uniti.
Intanto, con una semplice fotografia tra le tante che ritroviamo in rete, ricordiamo quando alla Casa Bianca c’era un Presidente vero, che non aveva paura delle reazioni cinesi e non si vergognava di ricevere il Dalai Lama: un Presidente con degli Ideali e dei Valori che sono anche i nostri.


Entra ne

1 commento:

PRESS ha detto...

io sono certo che alcune cose importanti in politica estera cambieranno con Obama che è molto più molle del suo predecessore. Per certi versi credo che gli USA torneranno ad un isolazionismo ante guerra...ma forse loro hanno i mezzi per poterselo permettere.