Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

06 gennaio 2010

Anche Feltri contro la candidatura della Polverini

Anche oggi Il Giornale brillantemente diretto da Vittorio Feltri, ha un articolo tendente a mettere in guardia l’elettorato di Centro Destra dal votare in Lazio un candidato, Renata Polverini, sulla cui affidabilità politica esistono – e Feltri li evidenzia – numerosi e fondati motivi di dubbio.
Nel mio piccolo avevo già affrontato il tema , in anticipo rispetto al Giornale, partendo da una esperienza personale.
Nei commenti all’articolo de Il Giornale ve ne è uno di un lettore che ringrazia il Cielo di non dover votare in Lazio, perché gli si “rivolterebbero le budella” a votare la Polverini.
Se fossi un elettore del Lazio, a me le budella non si rivolterebbero, per il semplice fatto che non la voterei, indipendentemente dalle alternative.
Credo che la giusta battaglia di Feltri contro la Polverini (e Fini) debba essere ascoltata dagli elettori di Centro Destra per porre termine a quello stillicidio che, sin dai tempi della prima repubblica, ci vedeva votare chi, in campagna elettorale, era il paladino allora della “diga” al comunismo, oggi della “alternativa” alla sinistra e, poi, passate le elezioni promuoveva inciuci e leggi che non appartengono al nostro sentimento.
Tale è il rischio con la Polverini.
L’elettorato del Centro Destra – tranne la marginale frangia che ha trovato in Fini il suo riferimento – è decisamente contrario agli inciuci con la sinistra.
Come può garantirlo un candidato ampiamente corteggiato, tanto in campo sindacale quanto in campo politico, dalla sinistra ?
Come può garantirlo un candidato che, negli anni di dirigenza sindacale, ha portato la gloriosa Cisnal all’abbraccio con la trimurti partecipando a tutti gli scioperi generali promossi contro il Governo Berlusconi ?
L’elettorato del Centro Destra è contro l’immigrazione, la concessione della cittadinanza e del voto.
Come può garantire la Polverini di non inseguire la sinistra su tale strada devastante, quando con il suo sindacato ha dato spazio ad un sindacato “ad hoc” per gli immigrati?
L’elettorato del Centro Destra è favorevole alla stabilità governativa con Berlusconi e, come è risultato nel recente referendum sulla legge elettorale, preferisce una legge imperfetta che però garantisce la leadership ad una elaborata ma che riporterebbe l’Italia alla ingovernabilità.
Come può garantirci la Polverini che si schierò con Fini (e i radicali) contro la legge confermata dagli elettori ?
Come può la Polverini garantirci dal fare una politica contraria a quella del Centro Destra se, come sembra, si presenta nei manifesti addirittura senza simbolo di partito, quasi come se fosse scelta dallo Spirito Santo ?
Ma, soprattutto, come può la Polverini (e, naturalmente, tutti i finioti) garantirci dal non sfruttare la posizione che dovesse acquisire anche con il nostro voto, per remare contro Silvio Berlusconi, il suo Governo, la sua Leadership dopo che, negli anni, avendo partecipato agli scioperi generali contro Berlusconi ha dimostrato di non essere in sintonia con il Premier ?
Condivido la battaglia di Feltri perché l’elettorato del Centro Destra apra gli occhi e voti coscientemente, senza temere che facendo mancare il voto al candidato prescelto ma che non fornisce sufficienti garanzie di affidabilità politica, si possa favorire quello di sinistra.
Meglio avere davanti un nemico dichiarato che scoprire che il nostro voto è servito ad eleggere qualcuno che attuerà la stessa politica che volevamo ostacolare.

Entra ne

6 commenti:

Nessie ha detto...

Sto con Feltri, decisamente. E anche per le precedenti battaglie antiFini. E' uno che ha fiuto e ci prende sempre. Sbagliato da parte pidiellina, smarcarsi dal Giornale.

unedame ha detto...

Ah, ora capisco il tuo commento da me..Sono d'accordo ora, anche se avevo letto giorni fa un articolo della Santanché che la appoggiava e mi ero fatta un'altra idea..
Ora quello che leggo qui mi ha convinta.
Lontana

sergio ha detto...

comunque polverini è stata scelta da berlusconi per cui ha la sua fiducia.

Massimo ha detto...

Sicuro, Sergio, che la Polverini per Berlusconi non sia un fastidioso mal di denti da sopportare e supportare solo pro bono pacis ? E che non sarebbe lietissimo si una sua bocciatura nelle urne ? :-)

battiato71 ha detto...

Gli scioperi si fanno se servono se si fanno sempre per ogni cosa che fa un governo si perde di credibilita' verso i lavoratori.
L'UGL fa le sue battaglie in modo intelligente senza preconcetti ed il merito e' della Polverini e questa sua saggezza sara' utile anche nel governare la Regione Lazio.
evitatiamo di portare queste elezioni verso derive ideologiche basiamola sui fatti!

SIRIO

Massimo ha detto...

Vorrei che gli estimatori della Polverini approfondissero il suo curriculum professionale (peraltro uguale - con l'unica differenza dell'età - a quello della Bonino, altra politica di professione).
E come può uno di Centro Destra votare per un candidato la cui storia politica è ostile al leader del proprio partito ?