Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

13 dicembre 2012

Meglio Monti che rossi

Sembra far scalpore Berlusconi che dice che farebbe un passo indietro se Monti si candidasse per il Centro Destra.
Così Monti è stato costretto ad andare alla riunione del ppe e Barroso a telefonare al Cavaliere per blandirlo.
Intanto anche oggi le azioni Mediaset sono salite.
Non posso dar contro Berlusconi se cerca, dopo il tradimento anche di Maroni, di riaffermare la sua personale presenza, se non altro per dimostrare ai Casini, ai Fini, ai Montezemolo, ai Maroni, ma anche ai Pisanu, ai Napolitano e compagni, che lui non è ancora in pantofole.
Lo farei anche io, se avessi tutti contro, cercando di sparigliare le carte e ritagliandomi, almeno, un ruolo da king maker.
E nessuno dubita che se Monti sarà costretto a candidarsi, sarà perchè Berlusconi (non Casini o Montezemolo) l'ha messo con le spalle al muro, costringendo anche il ppe ad esercitare pressioni in tal senso.
E Berlusconi avrebbe un ruolo di primo piano nella nuova coalizione.
Certamente preferirei però il Berlusconi contrario all'europa, alla Germania e che ribalta il tavolo con tutti i giocatori.
Detto questo, se Berlusconi sarà in contrapposizione a Monti, lo voterò, ma se dovesse farsi da parte per favorire Monti io sceglierei di votare per una nuova Destra oppure per Forza Nuova, perchè Monti non lo voto.
A meno che non sia l'unica alternativa ad uno (o più) di sinistra.
Meglio Monti che rossi.


Entra ne

9 commenti:

Nessie ha detto...

Sono abbastanza favorevole a tutto fuorché alla chiosa. Monti e rossi sono quasi un tutt'uno inscindibile che può sintetizzarsi in questi punti:

1) moneta elettronica e sparizione progressiva del contante

2) Immigrazione e ius soli.

3) tasse e sovratasse

4) Equitalia come unico ufficio pubblico operativo, mentre anche le ferrovie e gli ospedali sono in sfacelo.

Ci vedi qualche differenza con Bersani? IO NO.

Massimo ha detto...

Co i rossi sarebbe una certezza con ulteriori aggiunte devastanti. Con un Monti (in cui non ripongo alcuna fiducia nè stima) condizionato (perchè senza non riuscirebbe a vincere) dalla presenza di chi resterà fedele a Berlusconi, dalla Lega e da un partito di Destra uscito dallo "spacchettamento" del PdL, alcuni principi (come lo ius sanguinis) potrebbero ancora essere messi in sicurezza. Ma è proprio l'ultima scelta ...

Nessie ha detto...

Ah, se dici che Monti non ha legittimità popolare e proprio per questo potrebbe essere MENO nocivo, non posso essere d'accordo. I "tecnici" (termine che fu assunto anche durante il periodo del bolscevismo) sono lì proprio per questo: non hanno referenti elettorali da accontentare e possono fare carneficine a piacere.

Lo ius sanguinis di cui parli, viene messo ogni giorno in forse da Andrea Riccardi, "il tecnico" attivissimo al riguardo, della Comunità di S. Egidio, messo lì dal Vaticano. Nel frattempo lo stesso Riccardi darà la casa gratuita agli zingari.

C'è solo da augurarsi che nel frattempo cadano e vadano a casa.

Freeman ha detto...

Questa volta quoto Nessie: Monti è invotabile con chiunque e contro chiunque. A parte che non credo proprio che si presenterà. La situazione economica sta peggiorando ancora, un eventuale governo Bersani - Vendola sarebbe devastante ma forse metterebbe fine all'agonia facendoci fallire definitivamente e velocemente, insomma comunque vada sarà un insuccesso. NB non sono in vena di pessimismo, è che la vedo così...

Massimo ha detto...

Nessie. Per quanto sia Monti è meglio di Bersani.
Freeman. Finchè c'è vita c'è speranza. Con Bersani e i comunisti finirebbe anche quell'esile fiato che ci tiene in vita.

Johnny88 ha detto...

Piuttosto che Monti voterei pure Stalin in persona perché tra l'originale e la brutta copia si sceglie l'originale. Monti candidato premier? Il tuo caro puttaniere di Hard-Core si è bevuto quel poco di cervello che gli restava. Tra lui e Fini non si chi abbia fatto più danni alla destra di questo paese, è effettivamente una bella sfida.

Massimo ha detto...

Credo, Johnny, che se rivolgessi la tua carica di odio non verso Berlusconi ma verso la sinistra ne guadagneremmo tutti. Tra chi ha esplicitamente posto come primi provvedimenti ove occupasse il potere, patrimoniale, cittadinanza e voto agli immigrati e legittimazione di stato per le unioni tra omosessuali e chi, invece, non solo non li ha nel programma, ma ne sarebbe condizionato in senso contrario da gran parte della sua coalizione, non avrei dubbi, scelgo il secondo. E sceglierei chiunque piuttosto che uno che sia espressione della sinistra. Berlusconi sarà anche un donnaiolo (buon per lui che alla sua età è ancora in condizioni di farlo ...) ma è stato l'unico ad aver dato alla Destra la consapevolezza di poter essere unita e, unita, vincere dando una nuova prospettiva alla stessa Italia. Che è poi quello che temono le consorterie finanziarie internazionali che preferiscono un re Travicello, loro fantoccio, al posto di una persona autonoma e, quindi, non controllabile. Poi sicuramente Berlusconi ha fatto degli errori, come escludere nel 2008 Storace, imbarcando Fini. Nel 2008 Berlusconi avrebbe vinto comunque e con Storace al posto di Fini sarebbe ancora a Palazzo Chigi. Ma le riforme di Berlusconi sono state una boccata di ossigeno in una Italia in cui il cancro comunista e statalista è ancora molto esteso. Poteva fare di più ? Forse, anzi sicuramente come tutti noi nel nostro lavoro. Aiutiamolo a fare di più, perchè gli altri, tutti gli altri, sono peggiori di lui.

Johnny88 ha detto...

Quello che Berlusconi ha fatto è stato distruggere la destra e appoggiare il governo Monti e tutte le peggiori nequizie a braccetto con Bersani e il PD e con Fini. Questi sono i fatti, il resto è solo propaganda elettorale. La patrimoniale c'è già, si chiama IMU, e l'ha votata il tuo Berlusconi a braccetto con Bersani. E adesso si prepara a candidare Rigor Montis come leader del centro-destra. Un'opera meritevole non c'è che dire. Da Dio, Patria e Famiglia al "Bunga Bunga", il grande percorso della destra sotto Berlusconi. E dopo non sorprenderti quando il cosacco Bersanov vincerà le elezioni a mani basse. Aveva ragione Montanelli, con Berlusconi alla guida la parola destra diventerà impronunciabile per decenni per motivi di decenza. Ed è esattamente ciò che è avvenuto. Continua ad appoggiare acriticamente un cadavere che ha distrutto questo paese e la destra politica riducendola a luogo di riciclaggio per le sue tenutarie di bordello.

Massimo ha detto...

Johnny, ti dedico un post che conto di pubblicare in pochi minuti. :-)