Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

23 febbraio 2013

PdL al senato e La Destra alla camera

Non ho mai nascosto le mie preferenze ed i miei voti e non lo farò neppure oggi, anche se, per me, l'invito è votare per la coalizione di Centro Destra perchè è l'unica che canti in modo difforme dal coro dei vari Bersani, Grillo, Monti, Ingroia. (Quello del master mai preso neanche l'ho mai considerato).
Il Centro Destra con tutte le sue anime, le sue priorità, le sue litigiosità, i suoi individualismi, resta comunque la maggiore espressione di Libertà e di Nazione che si possa avere.
Gli altri parlano sempre la stessa lingua della povertà e della dittatura, sia che derivi dal rifiuto delle innovazioni (nucleare, tav) sia che promani da un controllo repressivo di carattere fiscale o sulle opinioni (tasse, patrimoniali, leggi contro l'omofobia, leggi che limitano l'uso del contante e tracciabilità dei pagamenti).
Bersani, Grillo, Monti e Ingroia, se non è zuppa è pan bagnato.
Votare uno qualsiasi tra questi è indifferente.
La differenza la fa votare per il Centro Destra dove ognuno di noi può trovare la sua casa ideale.
Così voterò PdL al senato per riconoscenza, gratitudine e ringraziamento al suo capolista, Silvio Berlusconi, per questi 19 anni in cui, sceso in politica, ha provocato innumerevoli travasi di bile ai comunisti, contendendo loro anche questa volta, quando tutti lo davano per spacciato, il voto e dimostrando di essere un gigante nelle Lilliput della politica italiana.
E voterò,  a conferma di quanto fatto nel 2008, La Destra di Storace per la camera, nonostante lo scivolone dell'offerta di alleanza ai radicali di Pannella, perchè rappresenta il sentimento di quello che è il mio impegno politico e, se i vari format della serie "tu dove sei ?" dicono il vero, è anche la lista più vicina alle mie idee.
Ma quale lista della coalizione si voti non ha importanza, ha importanza portare il voto al Centro Destra, per sbarrare la strada alla deriva morale, politica, economica, sociale incarnata dagli altri partiti e movimenti.
Messi al sicuro i nostri risparmi e i nostri redditi, poi si potrà discutere e stimolare meglio Berlusconi e i suoi alleati per riprendere il cammino interrotto nel novembre 2011 da quello che appare, sotto tutti gli aspetti, come un colpo di mano orchestrato da kapò e governante tedesca.
Votare la Coalizione di Centro Destra con Berlusconi Leader vuole anche essere una affermazione di Sovranità e Indipendenza, un secondo Risorgimento contro l'invadenza tedesca in Italia.


Entra ne

8 commenti:

Nessie ha detto...

Ah, hai fatto dichiarazione di schieramento? Non lo sapevamo ;-) Non uso il termine endorsement, perché rifiuto gli anglicismi. Hai interrotto, però, il "silenzio venatorio" preelettorale :-).

Due cose sulle illusioni grillesche (ovvero i grilli per la testa da parte di molti delusi di destra).

1) E' favorevole al matrimonio gay e ai Pacs.

2) Al reato sulla cosiddetta "omofobia"

3) Pur provenendo come Fiore dalla scuola di Giacinto Auriti, non parla più di "signoraggio bancario", né di uscita dall'Euro (si limita ad un referendum).

4) Ha offerto il palco a un vecchio rottame de sinistra come Dario Fo, che al senato voterà per Ambrosoli (voto disgiunto).

5) E' favorevole allo ius soli.

Morale: Grillo è la solita sbobba de sinistra.

Emanuele Gatti ha detto...

Non ho doti divinatorie e non leggo il futuro. Ma, se andrà come credo e spero, il centro-destra come l'abbiamo conosciuto in questi vent'anni imploderà su se stesso. La parte più presentabile (o più furba?) del PdL (Alfano, Lupi, Fitto, etc) migrerà sotto l'ombrello protettivo di Monti, per dar vita a un centrodestra normale, europeo, di matrice cristano-popolare; altri (pochi, molto pochi) faranno il percorso inverso, versa la destra-destra (La Russa, Storace), che tornerà finalmente all'insignificanza politica dei 50 anni della Prima Repubblica (dall'insignificanza culturale, invece, non è mai riemersa). Resteranno i berlusconiani duri e puri, e le amazzoni di Silvio: la loro fuga sarà uno spettacolo esilarante e osceno al tempo stesso. E' la fine di un'epoca, per fortuna. Preparate le macchine fotografiche e non prendete impegni: fra qualche anno i vostri figli vi chiederanno dove eravate, il 26 febbraio 2013.

Massimo ha detto...

Nessie. Grillo non l'ho mai preso in considerazione e, francamente, mi sembra anche elettoralmente sopravvalutato. Il nemico è comunque sempre la sinistra che si presenti con le sembrianze di Grillo, Bersani, Ingroia o Monti.

Signor Gatti. E' una vita che sento dalla sinistra la liturgia "vi spazzeremo via". Negli ultimi 19 anni che passeranno alla Storia come "gli anni di Berlusconi" anche se il Cavaliere, purtroppo, ne ha governati solo nove, lo avete sperato nel 1995 quando grazie alla procura di Milano Berlusconi fu costretto a dimettersi pensando di andare al voto e poi Scalfaro si tenne Dini per oltre un anno. Lo avete sperato dopo la sconfitta del 1996 dove la Lega fece mancare i voti necessari a vincere. Lo avete sperato nel 2006 per poi risvegliarvi con un margine talmente ristretto e, soprattutto, con una politica così devastante da essere costretti a lasciare dopo due anni ed essere sconfitti di brutto. Avete sperato nell'implosione del PdL e del Centro Destra nel novembre 2011 e prima della formazione delle liste nel dicembre 2012 tanto che alcuni (Frattini, Cazzola, Pisanu) pensarono di fare i furbi e sono rimasti fuori da tutto. Lo avete sperato durante la campagna elettorale ogni volta che la magistratura è intervenuta contro il Centro Destra. Lo sperate oggi e, se riuscirete a vincere, martedì. Dimenticate che in politica una volta si vince e l'altra si perde. Dimenticate che Berlusconi ha lasciato una eredità politica che dice come, anche una Destra tradizionalmente individualista, possa vincere recuperando i temi classici della Destra (Identità Nazionale, Libertà di Opinione, Libertà dal fisco ...). E dimenticate che, comunque vada, i voti li ha Berlusconi. Noi questo lo sappiamo. Voi continuate a seguire il dito del partito che indica il vuoto.

Josh ha detto...

la sinistra invece è stabile da 70 anni nella menzogna e nell'insignificanza mentale.

Josh ha detto...

al gatti

"Preparate le macchine fotografiche e non prendete impegni: fra qualche anno i vostri figli vi chiederanno dove eravate, il 26 febbraio 2013."

quando la sinistra prona alle odiose e parassite elites europeiste (che in gran parte avete creato voi)
avrà ridotto l'Italia come La Grecia, con i suoi amici banchieri e teorici del mondialismo, quando avranno esprorpiato case (anche la sua) e ucciso di tasse anche lei,
verremo da voi.

Emanuele Gatti ha detto...

Signor Massimo, lei è legato a un passato che non esiste più. I voti ce li ha Berlusconi ? Ce li aveva, forse. La diaspora è già iniziata, è sotto gli occhi di tutti, non vede solo chi non vuol vedere. Dopo la fine (politica) del Caro Leader, quei voti evaporeranno, lo sa meglio di me. Alla caduta del fascismo, i fascisti si contavano sulle dita di una mano. Il partito postfascista nella Prima Rrepubblica è arrivato al massimo al 10-12%, sempre restando nell'irrilevanza politica. Questo è il futuro che la attende. Le Pen in Francia ha percentuale anche più alte, ma i gollisti (che non appartengono all'Internazionale comunista..) si sono sempre rifiutati di stipulare una qualsiasi alleanza con lui. Monti (o chi per lui rappresenterà il centrodx) farà lo stesso. Mai detto “vi spazzeremo via”, penso solo che vinceremo, e vi spazzerete via da soli. Ha ragione, in democrazia una volta si vince e l'altra si perde. La prossima volta può darsi che perderemo, ma contro un centrodx pulito, rispettabile (come la Merkel, Cameron, Sarkozy); Storace è pittoresco, ma impresentabile. Le “idee” di Berlusconi (a proposito: lo ha sentito alla tribuna elettorale venerdì sera? Uno spettacolo penoso, sparava numeri a casaccio, dopo tutti gli anni al governo non conosce neppure i numeri dell'economia italiana..) moriranno con lui. Le idee della destra estrema, che Berlusconi ha cavalcato anche per convenienza, resteranno confinate - come è ovvio – nel ghetto di un'ultraminoranza.

Massimo ha detto...

Capisco che la sinistra, nella sua miserabile meschinità, pretenda di scegliersi il nemico debole o, peggio, colluso con lei. Lo ha sempre fatto, persino con un nemico pavido e imbelle come era la democrazia cristiana. Monti, però, dimostrerà con queste elezioni di valere meno ancora di niente e dubito che anche le terze e quarte file del PdL possano mai pensare a saltare il fosso per mettersi agli ordini di uno che conta meno di loro stessi. Sulla Destra, comunque, se permette è affare nostro. Se legge a ritroso i miei interventi vedrà che non ho mai espresso preferenze sul leader della sinistra o su un partito di sinistra piuttosto che un altro. Non mi compete, non mi interessa, per me sono tutti uguali e potrei parafrasare il Generale Sheridan dicendo che l’unico comunista buono è un comunista morto, ma non avete sufficiente ironia per poterlo capire :-) . Lei cita un coglione come Sarkozy che, infatti, chiudendo a Le Pen ha perso. Berlusconi ci ha insegnato che non devono esistere barriere a destra e questo resterà anche dopo il, purtroppo, naturale pensionamento politico del Cavaliere cui auguro comunque di godersi a lungo i suoi meritati miliardi. A proposito. Il nuovo Leader eletto dall’Ump, Jean-François Copé, ha deciso di aprire al Fronte Nazionale ...

Josh ha detto...

"....centrodx pulito, rispettabile come la Merkel, Cameron, Sarkozy..."

La Merkel era una kapò della DDR, tutto tranne che di Destra;
Sarkozy un moderato legato a certe ben note schiatte internazionaliste, come Cameron del resto.
Sono solo mondialisti legati a certe banche, questi non sono affatto una Destra.

Ah beh certo...sono "la destrina" in salsa rivoluzione permanente permessa dai massoni dell'UE.