Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

26 maggio 2014

Quos vult perdere Iupiter dementat prius

Alla maggioranza degli elettori italiani piace essere vessata da tasse e burocrazia.
Alla maggioranza degli elettori italiani piace pagare per dare vitto e alloggio ai clandestini.
Alla maggioranza degli elettori italiani piace la deriva morale della Nazione.
Alla maggioranza degli elettori italiani piace essere prona allo straniero, specialmente se tedesco, mettendosi con i pantaloni calati, di schiena e a novanta gradi davanti a Martin Schultz.
Non si può commentare in altro modo, lasciando l'analisi sul "da farsi" (che non può che tradursi in un ostruzionismo con ogni mezzo contro Renzi) ad un secondo momento, leggendo anche i numeri dei votanti e dei voti e non solo basandosi sulle percentuali, l'esito delle elezioni europee che vede l'Italia in controtendenza e totalmente allineata alla Germania.
E' incomprensibile, se non con una volontà autolesionista e autodistruttiva, la scelta di quanti non sono andati a votare, consentendo ai comunisti, sempre obbedienti al partito, di portare il pci/pds/ds/pd ad un risultato percentuale superiore ad ogni logica e senza giustificazione alcuna per quel che ha realizzato.
E non è consolatorio, se non marginalmente, il risultato complessivo che vede il successo diffuso dei partiti che la sinistra definisce "razzisti e xenofobi" perchè si tratta di movimenti che hanno, come primo obiettivo, l'interesse delle rispettive nazioni.
Così il Regno Unito con l'Ukip, la Francia con il Fronte Nazionale, la Grecia con Alba Dorata, avranno modo di rafforzare, anche con governi di altro colore, la tutela degli interessi nazionali, a spese dell'Italia il cui governo ha persino sostenuto un tedesco per la presidenza dell'unione sovietica europea, ottenendo il consenso masochista dei suoi elettori.
Questa volta il miracolo di San Silvio non è riuscito, anche per responsabilità diretta del Cavaliere che ha scosso l'albero attaccando Grillo a testa bassa ed ha fatto cadere i frutti nel giardino comunista, esattamente come accadde a De Martino nel 1976, oltre ad essersi inquinato con la sponda ripetutamente fornita al putto fiorentino senza ricevere nulla in cambio e dissanguando il proprio elettorato.
Il Centro Destra andrà ricostruito, sulla base di un programma netto di uscita dall'euro, di contrasto all'immigrazione, alla deriva morale, di riduzione delle tasse su redditi, casa e risparmi, nel solco di una politica che deve vederlo rappresentare in Italia lo spirito che ha esaltato Inglesi, francesi e greci, per recuperare quell'elettorato che, come Tafazzi, è rimasto a casa, lasciando che il putto fiorentino ottenesse una consacrazione non giustificata dalle sue azioni.
Ma avremo modo di parlarne prima delle elezioni politiche che probabilmente avremo se non in autunno, almeno il prossimo anno.


Entra ne

6 commenti:

Nessie ha detto...

Renzi ha rubacchiato i voti "moderati" dei Berluscones, il quale B. ha fatto una campagna elettorale ridicola e gli ha lanciato clamorosi assist e vergognosi accordi "consociativi" (Nazareno, anti-grillismo ecc.).

Se Berlusconi è bollito in questo modo, è bene che lasci perché fa solo del male alla vera destra identitaria. Ad ogni modo la Lega è andata molto bene, e di questo sono contenta.

b751b82a-e521-11e3-bb2d-57c746db57a0 ha detto...

Un piccolo appunto.
11.172.861 di voti non sono proprio la maggiornaza di elettori se consideriamo che i votanti erano:
49.989.058

Significa circa 1 su 5

Massimo ha detto...

Nessie, Berlusconi resta l'unico Leader che non sia in discussione. Questa volta non ha capito che il pericolo era Renzi, non Grillo ed ha scosso l'albero facendo raccogliere i frutti ai comunisti.

Lettore. E' vero, avrei più correttamente dovuto scrivere votanti, ma in fondo chi non vota ha torto e chi vota decide e parla anche per lui.

Nessie ha detto...

Spiacente Massimo, ma continui a essere vittima di una brutta chimera. Basta guardare qua:

http://secondonatura.blogspot.it/

B. non è all'altezza di nessuno di quei leader identitari che in queste ore hanno vinto in Francia, GB, Belgio, Olanda, Ungheria. Io l'ho capito da un pezzo, tu no.

I voti a Matteo Renzi glieli ha travasati proprio lui. Ma non OGGETTIVAMENTE, ma soggettivamente per barattarli con la sua franchigia giudiziaria. I conti del pieno no mi tornano, ma tu continui a dare la colpa SOLO agli astenuti. E se ci fosse stato lo zampino del massone Verdini?

Nessie ha detto...

Qui qualcosa sui rapporti tra Verdini e Matteo Renzi

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/firenze-il-ballo-del-massone-dai-renzi-ai-verdini-tutti-col-grembiulino-e-compasso-74008.htm

Briatore e le sue potenti corazzate hanno rinversato i loro voti su Renzi, idem Confalonieri e gli ambienti Mediaset. Idem Giorgio Gori marito di Cristina Parodi. Berlusconi l'indomani di una bruciante sconfitta si dichiara pronto a collaborare con Renzi per scrivere insieme "LE RIFORME"...?!?

a pensar male ci si azzecca. Quasi sempre.

Massimo ha detto...

Berlusconi ha un solo limite: l'età. Mi sarebbe piaciuto vedere il Cavaliere 56enne contro Grillo e Renzi. Del resto l'aggressione di cui è oggetto (giudiziaria, mediatica, politica, internazionale) è il miglior attestato di quanto, ancora, faccia paura. Purtroppo a settembre dirà 78 e le lancette di quell'orologio non tornano indietro ...