Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

03 luglio 2014

Il fallimento di mare nostrum e degli immigrazionisti



Il video, tratto da you tube e ripreso dalle telecamere della metropolitana milanese, ha fatto il giro dei giornali online.
Lo ripropongo nel giorno in cui i mass media insistono nel dipingere le condizioni inumane dei viaggi dei clandestini verso l'Italia.
Lo ripropongo perchè, contrariamente a quanto sostengono la Boldrini e Bergoglio, questi immigrati sono esattamente il contrario di una "risorsa".
Ma anche al loro arrivo sono portatori di malattie che già hanno contagiato alcuni agenti.
Possono essere portatori di ben più gravi malattie che realizerebbero in Italia quegli incubi catastrofici con i quali ci deliziamo al cinema, ma che certamente non vorremmo vivere in prima persona a casa nostra.
Non solo, quindi, costi immensi per l'operazione mare nostrum.
Non solo una devastazione completa del nostro tessuto sociale, economico, etnico.
Non solo un costante freno allo sviluppo ed un pericolo al Benessere che i nostri Padri ci hanno consegnato.
Ma anche un pericolo per la nostra Sicurezza e per la nostra Salute.
Renzi e compagni lo sanno benissimo, ma insistono, protetti dalla loro torre d'avorio, in una politica in cui gli unici a pagare siamo noi cittadini.
Mi domando quanto tempo ancora ci vorrà prima di reagire.


Entra ne

3 commenti:

Mirco Romanato ha detto...

Quando finiscono i soldi dello stato sociale.
I soldi dello stato sociale sono la morfina che tiene la gente assopita ed inerte.
Gli individui non si ribellano fino a che ricevono una pensione sufficiente a vivere e rischiano di perderla se reagiscono.

Tutti quegli immigrati clandestini e criminali vengono perché qui c'è uno stato sociale obeso e una giustizia incapace.

L'unica via di uscita è aspettare il collasso di questo regime politico. L'unica cosa che si può fare è togliere il supporto a questo regime:
1) chi può andandosene (i politici si importano gli elettori, noi esportiamo il nostro lavoro e i nostri capitali insieme a noi stessi - poi vediamo quanto sono produttivi i primi rispetto ai secondi)

2) chi non può andarsene, riducendo il più possibile le tasse pagate a questo stato tassicodipendente e consumando il più possibile di quello che lo stato offre (o lo facciamo noi, o lo fanno loro)

3) limitando il più possibile la partecipazione e il sostegno a chi questo regime lo supporta (tenendo il minimo indispensabile in banca e il resto in contanti o in altre forme come oro, argento bitcoin, sia in Italia che all'estero).

4) Non chiedendo più polizia e poù forze dell'ordine, ma più libertà personale e più mezzi per difendersi da soli (porto d'armi vietato solo a criminali violenti, malati di mente gravi e simili cosi estremi). Tutti gli altri dovrebbero avere il diritto di armarsi esattamente quando desiderano e possono permettersi.

Quello che è successo nel video non sarebbe successo in uno stato dove la gente va in giro armata e ha il diritto di difendersi.

Massimo ha detto...

Perfettamente d'accordo sulla linea da seguire per togliere benzina a questo stato e al suo governo.

Mirco Romanato ha detto...

L'analogia è ottima:
si tratta di togliere benzina allo stato.

Non si combatte contro un carro armato armati solo di fucile. Ma, se si impedisce che si possa rifornire di benzina e di munizioni, alla fine un carro armato è solo un pezzo di ferro ingombrante che non serve a niente che sarà rottamato.