Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

17 settembre 2017

Il tipico bullo di periferia


Con un insolito provvedimento, la magistratura ha sequestrato "preventivamente" (forse perchè prima dell'inizio della campagna elettorale ?) i fondi della Lega.
Mentre tutti i partiti si sono indignati per tale sopruso il bullo di Rignano ha berciato contro la Lega additandola come il partito che chiamava "Roma ladrona" e che invece ruba agli Italiani.
La solita frottola di un bullo di periferia che esce allo scoperto solo quando ha le spalle coperte.
Ammesso e non concesso che il contenuto della sentenza sia corretto, abbiamo alcuni dirigenti della Lega che hanno usato i soldi della Lega per spese personali.
I soldi della Lega, che la Lega non ha rubato a nessuno perchè sono il frutto del finanziamento pubblico erogato in base ai voti ottenuti.
Semmai è la Lega ad essere stata vittima di una malversazione da parte dei suoi dirigenti e, semmai, sarebbe la Lega a dover essere risarcita, in solido con chi ha commesso il presunto reato, da uno stato che non ha vigilato.
La Lega non ha rubato nulla, nè deve risarcire alcuno.
Nel momento in cui i soldi, per effetto del finanziamento connesso ai voti ricevuti passa dallo stato al partito, è questo a deciderne la destinazione e, per quanto mi riguarda, è corretta anche la destinazione per il decoro e un adeguato tenore di vita dei suoi dirigenti, ma anche per investimenti (come quello in diamanti) produttivi di ulteriori incassi.
Del resto per la vicenda della casa di Montecarlo non vengono bloccati i fondi del partito di Fini (se esiste ancora), mentre per quella del senatore Lusi, già tesoriere della Margherita, non è stato sequestrato il patrimonio della Margherita.
E per le spese personali di tanti consiglieri regionali come sono apparse nelle cronache in questi anni non è mai stato sequestrato il saldo del conto corrente dei rispettivi partiti.
Allora perchè per la Lega si agisce in questo modo e a ridosso della campagna elettorale ?
La sin troppo facile risposta la si ha dalle parole del bullo di periferia e a pensare male ci si azzecca più spesso di quanto potesse immaginare il buon Andreotti.



Entra ne


2 commenti:

Fabio Bertoncelli ha detto...

Già è vergognoso che i partiti siano finanziati dallo Stato. In piú, mi state dicendo che i dirigenti di partito possono spendere tale denaro anche per andare a puttane e lo ritenete legale. Ho capito bene?

Massimo ha detto...

Sono d'accordo sul fatto che non dovrebbe esserci alcun finanziamento pubblico e che i partiti dovrebbero mantenersi con le tessere e i contributi volontari dei loro sostenitori (e senza controlli su quanto Tizio o Caio versano a questo o a quel partito).
Ma il finanziamento c'è e quando in base ai voti un partito riceve la quota di sua spettanza ha tutti il diritto ad utilizzare quei denari senza che i magistrati mettano becco, perchè se lo fanno per controllare le spese personali, allora si allargherebbero anche per controllare le spese politiche e per condizionare quindi la linea politica di un partito, con tanti saluti alla Libertà e alla Democrazia.
Esattamente come, una volta ricevuto il pagamento di una parcella o uno stipendio, chi lo eroga non ha diritto a sindacare come io spendo quei soldi.