Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

10 novembre 2009

Io, Cosentino, lo candiderei ora più che mai

Ammetto che fino ad un paio di giorni fa non sapevo che esistesse un tale chiamato Nicola Cosentino, sottosegretario all’Economia e coordinatore del pdl campano.
Poi ho letto che Fini si era messo contro la sua candidatura per la presidenza della Campania e ho pensato: non piace a Fini, allora è capace.
Oggi leggo che i magistrati ne hanno chiesto l’arresto per la solita storia del “concorso esterno” e mi sono convinto che dovrebbe essere candidato alla presidenza della sua regione.
Le doti del personaggio, peraltro confermate ex adverso dalla ostilità di Fini, non mi interessano, credo che chiunque farebbe meglio di Bassolino.
Mi interessa invece che non si dia spazio ai magistrati nella scelta delle candidature: non devono essere loro a decidere se Tizio può essere candidato e Caio no.
Gli unici a scegliere devono essere gli iscritti e gli organismi dirigenti dei partiti, poi sarà il Popolo Sovrano a decidere se vuole Sempronio, Mevio oppure proprio gli “imputati” Tizio e Caio.

Entra ne

5 commenti:

PRESS ha detto...

non è la prima volta che ti sento affermare il principio del contrario; lo hai messo come sottotitolo del tuo blog. se c'è qualcosa cui si oppone la sinistra allora significa che questa cosa è un bene per l'Italia. Semplice lineare; toppo ho pensato perlungo tempo. Sbagliavo visti i tempi. Il pricipio ovviamente vale sopratutto per Fini e co. Leggevo qualche post prima di questo, sei di uan pazienza granitica con certi interlocutori. Complimenti.

daria ha detto...

ma a te l influenza H1N1 non prende??? peccato, solo la selezione naturale può salvare gli italiani!!!
Ps: cerca di non procreare e se l'hai già fatto fermati!
grazie

theo ha detto...

Ti leggo e concordo in molte cose.
Il popolo sovrano è da molto tempo che non decide più nulla.

Massimo ha detto...

Grazie, Daria per il sorriso che mi hai regalato con le tue invettive. E grazie anche per confermarmi, con le tue parole, la retta via che sto seguendo, in base al "principio del contrario" di cui ha scritto Press. :-)))

Bentrovato, Theo. Il Popolo Sovrano deve svegliarsi, smetterla di soggiacere a parrucconi scatarranti e riprendersi tutto il proprio potere. Cominciando con il difendere chi ha scelto per governare.

simonavoice ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.