Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

13 febbraio 2016

I figli non si comprano


Il senatore Maurizio Gasparri è un vecchio (neanche tanto: ha la mia età ...) missino.
Nonostante sia rimasto in Forza Italia invece di collocarsi con il suo "gemello" di sempre La Russa in Fratelli d'Italia, non ha perso lo smalto dei tempi migliori e il "moderatismo", fortunatamente, non lo ha contaminato.
Così, in uno scontro verbale con un senatore omosessuale credo eletto nel pci/pds/ds/pd, non ha avuto peli sulla lingua dicendo che i figli non si comprano, perchè quello che si compra poi si può anche vendere e non è bello nei confronti di un bambino.
Credo che il senatore Gasparri, di cui ho cercato di interpretare il discorso non conoscendolo a memoria, abbia rappresentato la miglior sintesi del perchè non si debba aprire la porta dei "matrimoni" omosessuali e, qualora con un raptus di follia la si aprisse, la si debba chiudere appena possibile.

Entra ne


12 febbraio 2016

Il primo provvedimento del prossimo governo di Centro Destra



A breve, usando tutti i trucchi possibili (dai voltagabbana timorosi di perdere la poltrona, agli arbitri-presidenti che giocano con una squadra contro l'altra) il "matrimonio" tra omosessuali sarà legge.
Salvini e Meloni mettano nero su bianco che quando il Centro Destra tornerà al governo questa legge aberrante verrà abolita .



Entra ne


11 febbraio 2016

In piena sintonia



"Salvini attacca la Rai: "Vergogna, pagare Elton John per esaltare le adozioni gay".
Peggio degli omosessuali sono gli eterosessuali che si dilettano nel compiacere gli omosessuali per ottenerne riconoscimenti e pubblicità.
Aggiungo solo che la rai è pagata con i soldi degli Italiani tra canone e tasse e quelle manifestazioni sono una autentica istigazione all'evasione per chi non vuole contribuire a pagare i compensi degli Elton John di turno.



Entra ne


10 febbraio 2016

Istria e Dalmazia, Italiane per sempre



Il 10 febbraio, dal 2005, grazie ad una legge approvata dal Governo Berlusconi e fortemente osteggiata dalla sinistra, si ricordano le vittime della ferocia comunista in Istria e Dalmazia e l'occupazione di quelle terre italiane, con annesso genocidio dei nostri connazionali.
In Italia tanti si scaldano per eventi accaduti ad altri popoli e tacciono, coprendo, quel che è accaduto al nostro dal 1943 al 1946, quando i comunisti slavi, per giustificare la loro occupazione di terre italiane, decisero di sterminare e cacciare gli abitanti di quei posti.
Un evento che potrebbe ripetersi oggi perchè assistiamo senza reagire all'invasione di migliaia di stranieri che, un giorno potrebbero decidere che questa terra è la loro e per legittimarsi, far scomparire noi Italiani.
E se alcuni, più fortunati, dall'Istria e dalla Dalmazia, riuscirono a fuggire per venire in Italia, accolti ad insulti e violenze dai compagni del loro aguzzini, dove potremo andare noi se ci lasceremo sopraffare dai nuovi venuti ?


Entra ne


09 febbraio 2016

La borsa crolla



E in parlamento discutono dei matrimoni omosessuali, mentre a Sanremo, pagato anche con le nostre tasse, sarà "ospite" Elton John.
Ogni commento sarebbe poco, perchè resterebbero solo parole.


Entra ne


08 febbraio 2016

Ecco perchè sono contro le "primarie"



Leggo che i comunisti nelle loro "primarie" promosse scimmiottando gli Stati Uniti , della serie "tu vuo' fa' l'Americano", vanno "oltre" (il buonsenso) e fanno votare gli immigrati.
Pare che carrettate di cinesi si siano presentati per votare il sindaco di Milano.
Sembrano le "truppe mastellate" di democristiana memoria.
Solo che quelli non voteranno per il sindaco, perchè non sono Italiani.
Ecco un modo per alterare le scelte di chi è Italiano e, in questo caso di sinistra.
Il suo voto annegato tra quello di centinaia di cinesi.
Peggio: il voto di un militante, di uno che ha messo la faccia per il partito (anche se è un partito che a me ripugna totalmente dalla nascita) equiparato e annullato da chissà quali sotterranei patti per mandare al voto tutti quegli stranieri.
Le "primarie" comuniste di Milano ci forniscono la miglior ragione per essere contro quel metodo che non è neppure rappresentativo di quel che accade negli Stati Uniti, anche se presumo che i candidati falce e martello si sentano tanto Trump o Clinton (l'originale, non la  vecchia babbiona che ne sfrutta il cognome perchè vorrebbe la Casa Bianca), mentre rappresentano solo la versione milanese della macchietta di Totò "Antonio La Trippa".
Negli Stati Uniti, infatti, ci sono due tipi di votazioni preliminari per la scelta dei candidati.
Le primarie, in cui votano i cittadini elettori (quindi nessun estraneo) che si siano preventivamente iscritti nelle liste elettorali del partito.
I caucus che sono, nè più nè meno, che congressi di partito, con gli iscritti del partito locali, anche loro comunque elettori, non certo stranieri.
Le "primarie" comuniste, che fortunatamente Berlusconi e il Centro Destra hanno sempre disdegnato, non sono altro che una scimmiottatura, con l'aggravante di far votare, per scegliere chi deve governare le nostre città e la nostra Nazione, anche stranieri i cui interessi non sono compatibili con quelli dell'Italia e degli Italiani.
Altro che futuro "partito della Nazione", quello del pci/pds/ds/pd è, sempre e in ogni circostanza, un partito antitaliano e che vuole la disgregazione della Nazione Italiana.


Entra ne


07 febbraio 2016

Morte all'estero



Un giovane italiano scompare e poi viene trovato ucciso dopo essere stato probabilmente malmenato e , forse, torturato.
Poi veniamo a sapere che questa persona era in Egitto per un dottorato di ricerca.
Poi veniamo a sapere che scriveva articoli per il Manifesto, giornale comunista.
Poi veniamo a sapere che era in contatto con ambienti ostili al governo locale.
Poi veniamo a sapere che la sua ricerca riguardava i sindacati che si opponevano al presidente Al Sisi.
Poi veniamo a sapere che frequentava assiduamente gli ambienti delle opposizioni.
Io, quando vado all'estero, vado unicamente per turismo.
Non mi intrometto negli affari interni del paese che momentaneamente mi ospita.
Ancor meno cercherei di collaborare con chi vorrebbe rovesciare il governo in carica.
Ovviamente, infine, non scrivo e non scriverei mai per un quotidiano comunista.
La morte, soprattutto dopo possibili torture, è orribile e non vorrei mai trovarmi nei panni di quei genitori cui va tutta l amia solidarietà, ma è anche figlia di una degenerazione dei costumi che abbiamo in Italia , provocata proprio da quegli ambienti politici che quel ragazzo frequentava e sosteneva tramite la sua collaborazione con il Manifesto.
Perchè in Italia chi usa violenza contro la Polizia, chi distrugge beni pubblici e privati, chi devasta una città, la fa sempre franca e trova sempre un giudice che lo assolve o che addirittura condanna i Poliziotti per eccesso nell'usa della forza.
Poi, se proprio ci scappa un morto - uno ogni venti o trenta anni - gli intitolano un'aula del parlamento o collocano una targa in suo ricordo dove è morto, anche se è morto mentre lanciava un estintore o dei cubetti di porfido contro i Carabinieri.
Allora, cresciuti con immagini e messaggi così diseducativi, i giovani credono di poter andare all'estero e comportarsi allo stesso modo, confidando in una impunità che, invece, esiste solo in Italia.
E può finire male, molto male.


Entra ne


06 febbraio 2016

Lo stadio non è un collegio per signorine



A pochi giorni dalla querelle tra Sarri e Mancini che ha fatto sprecare fiumi di inchiostro, ecco la squalifica alla curva delle Lazio con annessa multa da 65mila euro alla società per lazzi e frizzi nei confronti del Napoli squadra e città e di un suo giocatore negro.
Questo peloso perbenismo d'accatto comincia a stancare e se lo stadio non è e non sarà mai un collegio per signorine, mi viene anche da chiedere chi dovrebbe poi impedire all'Isis di invaderci.
Un esercito di simulacri di ometti con le unghie curate e preoccupati più del taglio della loro divisa che della efficienza delle loro armi ?
Oppure quelli stessi che oggi condannano i "razzisti, xenofobi, omofobi" chiederanno loro di difenderli dall'invasore ?
E allora, per parafrasare una vecchia canzone di Little Tony (vediamo se qualcuno la indovina ...), chissà se vorremo difendere gli accusatori di oggi.


Entra ne


05 febbraio 2016

Emeriti congiurati



Ho letto che Draghi accuserebbe una "cospirazione" per ridurre l'inflazione e vanificare i suoi eroici sforzi per ridare fiato alle economie europee con la droga dell'inflazione e del denaro pubblico.
Se così fosse non potrei che stringere idealmente la mano ai "cospiratori" e dire al signor Draghi, che fu il presidente della BCE durante il golpe contro il Cavaliere: chi di congiura colpisce, di congiura perisce.


Entra ne


04 febbraio 2016

Roma e Costantinopoli



La leggenda (che è poi realtà) narra che con i turchi sotto le mura che si accingevano a lanciare l'ultimo attacco, i bizantini assediati a Costantinopoli si perdessero in oziose discussioni sul sesso degli angeli.
Mentre siamo invasi dai clandestini, l'Isis preme alle nostre porte e la borsa continua a perdere segno inequivocabile di irrimediabile sfiducia verso le istituzioni e il governo in carica, a Roma il parlamento italiano si perde nella discussione di una legge che vorrebbe accontentare i capricci degli omosessuali istituendo il matrimonio tra persone dello stesso sesso.
Meritiamo di essere asfaltati come lo furono i bizantini di Costantinopoli.


Entra ne