Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

25 luglio 2016

Imagine


Le televisioni hanno mandato ripetutamente in onda le immagini della strage di Nizza.
Un motociclista ha affiancato il terrorista islamico, ma nulla ha potuto.
Immaginiamo che fosse stato armato. 
Gli avrebbe sparato e i morti sarebbero stati decine di meno.
Invece in Europa  tanti obamini pensano solo a come limitare la possibilità di difesa dei cittadini onesti.


Entra ne


24 luglio 2016

Friggono dal desiderio di incolpare la Destra


Con l'enesimo evento luttuoso di Monaco abbiamo nuovamente ascoltato le solite tiritere di leaders privi di leadership,  di carisma, di credibilità e di idee.
Invece di scusarsi e cambiare politica , insistono diabolicamente blaterando di integrazione, in ciò supportati da una pletora di sociologi e psicologi che trovano il loro pane quotidiano (e anche molto, ma molto di più ) nelle vuote e inconcludenti chiacchiere.
La stampa moriva dalla voglia di attribuire la strage i neonazisti, dimostrando una totale ignoranza della storia e persino del cronaca recente.
Hanno definito il pazzo assassino "tedesco-iraniano", ma di tedesco non aveva nulla, neppure la cittadinanza che divideva con quella iraniana.
A dimostrazione che non basta nasce in Germania (o in Italia) per essere Tedeschi o Italiani.
Nessun tratto di penna o legge boldrinianamente immigrazionista potrà mai rendere Italiano chi non lo è per Nazionalità.
Hanno cercato di paragonarlo a Breivik,  quello del strage di Utoja, per cercare di dare almeno una patina superficiale "di Destra" al crimine.
Ma sono caduti nell'errore dell'ignoranza perché Breivik non aveva sparato caso, ma su giovani socialisti.
Che è la cifra distintiva tra il terrorismo dell'Isis e quello di alcuni neonazisti.
I primi sparano nel mucchio (a Nizza sono morti anche 30 musulmani) i secondi scelgono.
A Monaco l'iraniano con doppia cittadinanza ha sparato nel mucchio,  con un sempre più emergente motivo derivante dalla sua personale follia che non ha colore, anche se è stata sicuramente stimolata dalle cronache del terrorismo islamico.
Friggono dal desiderio di incolpare la Destra, ma ancora una volta devono incolpare solo se stessi.



Entra ne


23 luglio 2016

Identità di vedute


Con una tipica fastosa festa, si è conclusa la Convention repubblicana che ha designato Donald Trump candidato alla presidenza.
Il tutto condito con le becere interpretazioni e manipolazioni dei commentatori di sinistra che ovviamente hanno cercato non di offrire una cronaca oggettiva, ma di gettare ombre su Trump.
E poiché devono aver, se non capito almeno intuito, che le idee di Trump hanno molto seguito, si sono dovuti accontentare di mordere la bella moglie Melania o un presunto saluto nazista di una commentatrice conservatrice intervenuta tra gli applausi dei congressi ti. 
Il tutto, provincialmente ripreso dalla stampa italiana e persino dagli eredi di Pavarotti in cerca di consensi e titoli sui giornali.
Provo invece piacere nel leggere quel che detto Trump su immigrazione, politica estera, legge e ordine.
Sono le stesse cose che dicono Salvini e la Meloni.
Una identità di vedute che apre ad uno scenario mondiale ben diverso, quando gli attuali detentori del potere (da Obama alla Merkel per scendere fino a Renzi) saranno stati rimossi per manifesta incapacità. 


Entra ne


22 luglio 2016

Dulce et decorum est pro Patria mori


In questi giorni di vacanza ho più tempo per leggere e ascoltare la radio.
Purtroppo le informazioni che raccolgo non sono buone.
Un romanzo giallo scandinavo, di Stefan Ahnhem (non ricordo il titolo ma sarebbe la seconda indagine dell'ispettore Risk) oltre ad una bella trama, rovinata da un finale contorto e dalle solite pagine di morbosità sessualità,  riporta ad un certo punto quello che in Svezia pare essere tranquillamente accettato.
L'ispettore Risk riprende il figlio tredicenne che gli risponde volgarmente e si merita, come in effetti il romanzo descrive, un sonoro e salutare ceffone dal padre.
Subito dopo l'autore descrive la costernazione del padre, che chiede non solo scusa, ma se il figlio lo volesse denunciare come sarebbe suo diritto !?!?!
Ma scherziamo ?
Qualunque padre, con una simile risposta, avrebbe non solo il diritto, ma il dovere educativo di reagire.
Se in Svezia sono giunti al punto che i figli trediceni possono denunciare i padri per un ceffone, allora la loro decadenza è irreversibile.
Non vedo proprio quei ragazzi, cresciuti con la testa imbottita di diritti, opporsiall'invasione islamica.
Ancora peggio, però,  è la rappresentazione che abbiamo delle nuove generazioni da un promo radio per un sondaggio tra i giovani europei.
In rapida successione veniamo a sapere che i ragazzi di oggi scenderebbero in piazza per una rivoluzione, ma non combatterebbero per il loro paese.
Una vergogna !
La propaganda marxista e della sinistra in genere è arrivata al punto da tradire
le proprie Radici e la propria Identità,  negando il Valore supremo della Patria.
Posso solo immaginare che a rispondere a quel sondaggio siano stati essenzialmente giovani smidollati , ma il segnale è tale che richiederebbe di bandire una campagna informativa e di propaganda che esalti il Nazionalismo.
Unico baluardo per evitare che non noi (l'età probabilmente ci risparmierà ) ma i nostri figli e nipoti conoscano una vita da schiavi, da sottomessi, perché non hanno avuta la capacità e prima ancora la volontà di combattere per la Patria.




Entra ne


21 luglio 2016

Le false riforme di Renzi


Leggo che il cinguettatore di Rignano sarebbe disponibile a cambiare la legge elettorale che sino a poco tempo fa definiva bellissima ed alla quale legava, assieme alle sue manipolazioni della costituzione del 1948, le fortune future dell'Italia.
Probabilmente non era neppure lui sicuro e convinto di quel che diceva se apprezza oggi la proposta della sua minoranza interna che rivede il modello abolendo il ballottaggio.
Ohibo,  i comunisti da 40 anni spingono sul modello francese con il ballottaggio perché il doppio turno li favoriva e adesso cambiano idea ?
Già,  perché la vittoria dei 5 stelle a Roma e Torino li ha spaventati e si sono resi conto che non avendo una maggioranza popolare rischiano di perdere il ballottaggio.
Allora cosa estraggono dal loro cilindro ?
L'abolizione del ballottaggio. 
Farebbero una figura migliore se scrivesse una legge con un solo articolo: qualunque sia il risultato popolare la maggioranza assoluta dei seggi viene assegnata al pci/pds/ds/pd. 
Perché è quello che vanno cercando:un sistema che consenta loro di vincere.
Alla faccia di tutto il profluvio di chiacchiere di cui ci ha inondato il furbetto fiorentino di Rignano.
Conta solo la maggioranza per poi nominare staff, elargire benefit e assaltare la diligenza della finanza pubblica.
Quelle di Renzi sono solo false riforme da rispedire al mittente con il referendum ... sempre che ci facciano votare, loro che alzano il ditino democratico per criticare e redarguire Erdogan ...


Entra ne


20 luglio 2016

Rispettare la Sovranità Nazionale della Turchia


Leggo che le "cancellerie" occidentali, evidentemente orfane dei golpisti falliti, non sanno fare altro che interferire negli affari interni della Turchia per cercare di legare le mani ad Erdogan.
Credo che chiunque di noi riuscisse a sventare un'azione portatagli contro, magari anche un attentato alla vita, cercherebbe vendetta e non distribuirebbe cioccolatini come vorrebbero l'America di Obama e l'unione sovietica europea.
Ridicola la Mogherini che imita la Merkel e nega ulteriori trattative se la Turchia reintroducesse la pena di morte.
E lo dice assieme al mascellone yankee ministro degli esteri di uno stato dove la pena capitale è ammessa e legittimamente eseguita.
Perché la pena di morte è un diritto di uno stato sovrano, non un delitto.
Ma il punto è proprio quello: la Sovranità di uno stato.
Mi ricordo nel 1982 le manifestazioni a difesa della Polonia allora soggetta al tallone sovietico.
Let Poland be Poland.
Ma allora l'occidente era guidato da Leders autentici che si chiamavano Reagan e Thatcher.
E ancora ricordo la maschia reazione all'11 settembre 2001.
Ma chi, oggi, governa in occidente non è neanche lontanamente paragonabile ai Grandi del passato anche recente.
E lo vediamo quotidianamente con gli attentati dell'Isis e la rivolta dei negri in America.
Così gli Obama, le Merkel, gli Hollande, con il loro codazzo di cloni ivi incluso il fiorentino di Rignano, si rifugiano nell'inutile aggressività verbale contro Erdogan.



Entra ne


19 luglio 2016

La squallida ipocrisia dell'America di Obama


Nella notte tra venerdi e sabato alcuni militari turchi hanno tentato di sovvertire il voto popolare e destituire Erdogan.
È andata male a loro ed a chi li ha aizzati contro il loro governo.
Lo sconcerto dell'amministrazione di Obama è evidente.
Ma il capolavoro di una squallida ipocrisia lo abbiamo quando gli Americani, con il coro dell'unione sovietica europea, intimano ad Erdogan, per bocca del mascellone sconfitto da Bush nel 2004 e riesumato da Obama, di rispettare lo stato di diritto.
Ma che si occupino della rivolta dei negri invece di impartire lezioni non richieste e fondamentalmente sbagliate al prossimo.
I golpisti turchi ci hanno provato, hanno fallito e adesso paghino il prezzo secondo gli usi e costumi turchi.
Obama e la sua corte la smetta di combinare pasticci e stia zitta in politica internazionale per i prossimi sei mesi, confidando che i bambinoni a stelle e strisce siano un pochino maturati e possano eleggere Trump a novembre cosi dal prossimo 20 gennaio si tornerebbe alla normalità.


Entra ne


18 luglio 2016

Rispettare le cariche istituzionali ?


Pare che un Poliziotto sia stato accantonato e messo a svolgere attività amministrative per aver postato su un social media "insulti" (non ben specificati) contro la nigeriana di Fermo e la Boldrini che, dopo aver berciato contro il povero Mancini, quando sono emerse le bugie grazie a testimoni dalla mente libera, non si è neppure degnata di chiedere scusa per le sue parole.
La terza carica di questo stato: e ci domandiamo perché le cose vanno male?



Entra ne


Chiamata alle armi


Il ministro degli interni francese ha invitato i cittadini ad arruolarsi volontari tra i riservisti per contrastare il terrorismo.
L'idea non sarebbe malvagia:armare i francesi (ma anche gli Italiani ...) contro il nemico.
Sperando però che si amino i francesi (e gli Italiani ) che siano tali per nazionalità e non per tratto di penna voluto dagli immigrazionisti alla Boldrini.
Perché se si armassero anche i "nuovi" francesi o Italiani si rischierebbe di armare ed addestrare anche qualche pericoloso nemico.




Entra ne


Non sanno più realizzare neppure un golpe


Il disfacimento degli Stati Uniti negli otto anni di presidenza dell'abbronzato è raccontato dagli eventi recenti, dai disordini provocati dai negli in patria che dimostrano come gli Usa siano profondamente divisi, fino al fallimento della manovra golpista in Turchia.
Il tardivo comunicato letto da Obama non cancella la convinzione che i militari golpisti fossero ispirati dalla stessa politica che ha fallito (per fortuna) l'eliminazione di Assad in Siria e riuscì disgraziatamente a rimuovere Gheddafi in Libia dando il via all'attuale invasione immigrazionista e facendo nascere e sviluppare l'Isis.
Riusciranno gli Americani a riprendersi dalle batoste di questi otto anni oppure completeranno il loro suicidio eleggendo la moglie di Clinton?



Entra ne