Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

22 dicembre 2009

Ma condivisione ... de che ?

Se non puoi batterlo, allora alleati con lui”.
Una vecchia massima popolare che vediamo rispolverata in questi giorni dai comunisti: da D’alema a Napolitano che, avendo compreso che Berlusconi non si batte né per via elettorale, né giudiziale, né mediatica, né attribuendogli avventure galanti, né mettendogli contro la moglie, né con le congiure di palazzo e neppure con gli attentati, cercano di allearsi con lui.
Così, nei giorni di forzato silenzio del Premier, starnazzano le colombe pregustando “riforme condivise”.
Ma condiviso da chi e per che cosa ?
Con uno che guarda, sbavando, Santoro e Floris, Fazio e Dandini, io, al massimo, posso, mio malgrado, condividere un pezzo di carta (di identità) in cui alla voce “cittadinanza” per ambedue c’è scritto “italiana”.
Per il resto non condivido proprio nulla di quel prototipo di esemplare sinistro.
E, soprattutto, non voglio condividere nulla.
Se possibile neppure quel pezzo di carta (di identità) di cui sopra.
Alta velocità.
Giustizia e magistratura.
Tasse e spese statali.
Immigrazione.
Etica e morale.
Politica estera.
Centrali nucleari.
Scuola.
Università.
Pubblica amministrazione.
Mercato del lavoro.
Federalismo.
Presidenzialismo.

L’elenco di ciò che ci divide è lunghissimo e su temi di primo rilievo, non ci divide il limite di velocità in autostrada o la rotonda nuova vicino al bar della piazza !
Non possiamo condividere nulla di importante con quelli di sinistra, quindi è inutile farsi illusioni.
I predicozzi che ci ammanniscono Napolitano e D’alema sono finalizzati a prendere tempo confidando nell’età di Berlusconi.
Il regalo sotto l’albero che può farmi il Centro Destra ?
Riforme sì, ma nel segno del sentimento profondo del Popolo del Centro Destra, cioè esattamente il contrario di quel che vorrebbero a sinistra su tutti i temi che ho elencato.
Buon Natale a tutti.

Entra ne

3 commenti:

Nessie ha detto...

Il regalo che francamente non avrei voluto sentire è il perdono a Tartaglia, dopo il perdono al lanciatore mantovano di trippiede.
Così la prossima volta i suoi nemici useranno un terzo fuori di testa per fare il TRIS.
Buon Natale, Massimo.

Massimo ha detto...

Perdonare è da re, dimenticare è da stolti.
Berlusconi si è dimostrato regale nel suo perdono, ma ha dimostrato anche di non dimenticare visto che ha chiesto (in cauda venenum) almeno a quanto hanno detto per il gr1 delle 6, che la magistratura dia un forte segnale in merito. Come a dire: io perdono perchè sono al di sopra di queste meschinità di sinistra, però i magistrati - se sapranno fare il loro dovere - gli daranno una pena esemplare. Vincente su tutte e tre i fronti ... :-)
Buon Natale, Nessie.

PRESS ha detto...

Buon Natale Massimo. I punti che hai nuovamente elencato per evidenziare lo "stile" di vita che desidera una parte di Italia in antitesi con l'altra, meritano un approfondimento ( ed una analisi più approfondita) e sarebbero un'ottima fonte di discussione fra blogger. Ho detto discussione quindi la quasi totalità della sinistra becera e urlante ne è esclusa; io lo farò con attenzione e con le possibilità ( limitate) che ho.Auguri.