Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

29 gennaio 2012

Berlusconi, torna in trincea !

Mentre Monti, accompagnato dalle servili lodi dei “grandi” giornali italiani che hanno mobilitato all'uopo le loro penne più pagate, continua renderci sempre più poveri e sudditi degli stranieri, gli esponenti di maggior senno del Pdl cercano di scrollare Berlusconi dalla sua apatia.
Come ha fatto Daniela Santanchè quando, parafrasando una frase divenuta celebre nella sceneggiata andata in onda tra il comandante Schettino e il capitano De Falco, questi ordinò al primo di tornare a bordo.
Ma Berlusconi non ha mai abbandonato la nave, semmai ha “firmato” un armistizio, in perdita visto che continuano contro di lui le aggressioni giudiziarie, tanto da fargli abbandonare la trincea, nella quale, invece, è opportuno che ritorni per riprendere la guida della “guerra” contro la sinistra.
Anche Bossi, che si dimostra in ciò un vero suo amico, cerca di scuoterlo, solletincandone l'amor proprio e l'orgoglio.
Un recente sondaggio dice che il 70% degli elettori di sinistra è contento di Monti (cento di simili governi, se gli effetti ricadessero solo su di loro !) mentre altrettanto dice solo il 20% degli elettori di Centro Destra.
In soldoni, il consenso, tra gli elettori di Centro Destra, per Monti e i suoi ministri non eletti, è inferiore al 10% dell'elettorato complessivo, a fronte di un Centro Destra che, nonostante la fuga nell'astensionismo e gli errori gravissimi del Pdl, viaggia ancora intorno al 35% dei consensi.
Il Pdl dovrebbe riflettere su questi dati e pensare che se vuole recuperare i consensi perduti, deve staccare la spina a Monti e recuperare l'alleanza con la Lega.
L'occasione per redimersi c'è.
Nell'ultimo provvedimento è stata reintrodotta la social card (idea del Governo Berlusconi in passato irrisa dalla sinistra che, ora, la incensa solo perchè proposta da Monti).
La differenza con il Governo Berlusconi è nell'estensione agli immigrati dei benefici.
Al senato Pdl e Lega hanno ancora una confortevole maggioranza: provvedano a cassare l'estensione agli immigrati della social card e vediamo cosa farà Monti.
Se Monti vorrà porre la fiducia per accontentare la sinistra, allora lo si dovrà mandare a casa.
Se, invece, Monti farà acquiescenza e, “per senso di responsabilità” anche la sinistra non strillerà più di tanto, allora Lega e Pdl potranno misurare il “senso di responsabilità” della sinistra alzando progressivamente l'asticella anche su altri provvedimenti.
Tanto le Forche Caudine di Monti saranno sempre e comunque in senato.
Se, invece, prevarranno gli elementi alla Alfano, alla Scajola, allora non resterà che organizzare un nuovo soggetto politico, magari chiamandolo “Partito Nazionale Federalista” che dovrà vedere protagonisti tutti coloro i quali, come Daniela Santanchè, ma anche Guido Crosetto, Martino, La Russa, Gasparri, Matteoli, più o meno apertamente, “non ci stanno” a fare i complici di Monti.
Un partito che già nel nome richiami due fondamenti che non possono che essere urticanti per la sinistra: il Nazionalismo (che significa il riappropriarsi della Sovranità e dell'Indipendenza Nazionale contro ogni euro e unione sovietica europea) e il Federalismo (che riportando in sede locale i redditi ivi prodotti, costringerà gli amministratori a gestirli per il bene comune e non a sperperarli “tanto basta piangere a Roma, poi arrivano altri soldi”).
Berlusconi e tutti voi del Pdl: tornate a combattere in trincea !


Entra ne

7 commenti:

Nessie ha detto...

Non so proprio come fai a credere ancora nella Resurrezione di Lazzaro.
B. è azionista di Mediobanca e non vuole casini nei suoi interessi.Casini veri, e non Pierferdy. Per questo non scenderà più in campo e ti dovrai accontentare di Angelino Jolie :-)

IL CRONISTA ha detto...

Massimo, Monti sta facendo solo quello che Berlusconi non ha avuto il coraggio di fare perchè nè la sinistra, nè la destra glielo avrebbero lasciato fare.
Per me, a queste condizioni, anche lui se ne può stare dov'è.

IL CRONISTA ha detto...

... e bada bene, non glielo avrebbero lasciato fare solo per opportunismo, perchè invece, adesso che lui e e gli altri si sono tenuti fuori dalla responsabilità di governo, eccome se votano a favore della strage dei meno abbienti che sta facendo Monti!
Tanto vale che continui a farla Monti stesso. Perlomeno lui la strage la sa fare bene.

Massimo ha detto...

Nessie. Berlusconi è l'unico Leader indiscusso del Centro Destra. Senza di lui andremmo in ordine sparso e si perderebbe.
Gaetano. Che Berlusconi e Monti adottino le stesse politiche non è vero. Berlusconi ha tolto l'ici sulla prima casa, Monti l'ha reintrodotta, appesantita, come una vera patrimoniale. Berlusconi era in linea con la Gran Bretagna contro la tassazione sulle rendite finanziarie, Monti si è trasferito sul fronte franco tedesco. Berlusconi, soprattutto, è votato dal Popolo, Monti è il proconsole dei poteri forti internazionali, di una oligarchia che non si presenta al giudizio delle urne (e se ne vanta pure !). Cadere nella trappola del "tanto fanno quello che avrebbe voluto fare Berlusconi" significa favorire la permanenza di Monti al governo. E il sondaggio che indica quanto poco sia amto Monti nel Centro Destra, dimostra quanto sia percepito come estraneo al programma e all'azione del Centro Destra.

Johnny88 ha detto...

Suvvia Massimo, ancora a correr dietro a Berlusconi. Ormai dovrebbe esser palese anche ai bambini che lui pensa solo ai fattacci suoi e che i fattacci suoi son l'unico motivo per cui è sceso in politica. Per me di alleanze con questo soggetto e i suoi figli politici mai più. Tanto allearsi con questo squallido soggetto non è servito a nulla, nessun risultato concreto è stato portato a casa e alla prima occasione se n'è andato a fare un governo coi comunisti. Per me è morto lui e il suo surrogato partito di nani e ballerine.

Nessie ha detto...

Non sono del tuo parere Massimo. Il PdL è stato disattivato proprio per il "gradualismo" di Berlusconi nell'applicare le norme della Ue. Ma non è né sarà mai un partito in grado di farci riassumere la sovranità perduta né economica né politica né giuridica né di altro ordine. Certo il salto di qualità c'è eccome: da un governo eletto (ma mai in contrasto con le politiche comunitarie Ue)ad un eurokomiSSar direttamente inviato qui da Bruxelles a commissariarci.
Ma appena Monti se ne andrà, tutti gli altri che si sono sporcati le mani a sostenerlo (e lo faranno fino al 2013 con buona pace per gli speranzosi come te) non potranno mai più avere la faccia di palta di richiederci la fiducia. IO personalmente non gliela darò. E come me molti altri italiani. E' questo il salto di qualità che ci sarà.

Massimo ha detto...

Johbby, Nessie. Anche io avrei voluto molto di più, ma il Centro Destra può vincere solo con un Leader unificante.Diversamente, e le nostre stesse divergenze sul punto lo dimostrano, verrà nuovamente colpito dal virus dell'identarismo spinto, ognuno andrà per conto suo nel nome della "purezza" degli Ideali, e nessuno otterrà nulla, perche vincerà la sinistra. Il che vorrà dire politica della spesa, assistenzialista, sindacati con diritto di veto, centralismo burocratico e asservimento a Bruxelles, i8ncremento dei dipendenti pubblici e della inefficienza, devianza morale per compicere abortisti, divorzisti, omosessuali, fautori dell'eutanasia e della droga libera, immigrazionismo e concessione del diritto di voto e cittadinanza a cani e porci, tasse e patrimoniale punitiva verso chi oroduce per mantenere parassiti e lavativi. Vi piacerebbe ? Per evitarlo il Centro Destra deve essere unito e può esserlo solo con unLeader riconosciuto e unificante.Al momento vedo solo il vecchio Berlusconi, poi se emergesse un cinquantenne clone di Berlusconi 20 anni fa, non potrei che esserne felice. Certo non sosterrei Alfano e i moderati ...