Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

07 agosto 2006

Battlestar Galactica


Bella donna, vero ?
E se vi dicessi che è un Cylon, un “tostapane” ?
Averne di “tostapane” così !
Tricia Helfer, nell’immagine, è “Numero 6”, il Cylon di cui è innamorato il dottor Gaius Balthar nella nuova serie di Battlestar Galactica, un telefilm “cult” degli anni ottanta, che dal 2003 è tornato con tre nuove serie (due delle quali in corso di trasmissione per il ciclo “Sci-Fox” dal canale satellitare Fox: le trasmissioni riprenderanno il 4 settembre).
La storia è la stessa della prima serie che si avvaleva di interpreti quali Lorne Greene (Comandante Adama, ma anche indimenticabile protagonista di una serie "cult" western: Bonanza), Richard Hatch (Apollo), Jane Seymour (Athena).

I Cylon sono robot sfuggiti al controllo dell’uomo.
Si sono evoluti.
Hanno attaccato e dopo una lunga guerra ci fu un armistizio.
Dopo 40 anni i Cylon sono tornati.
Hanno distrutto tutti i pianeti.
Si sono salvati solo in 48000, che viaggiano a bordo della Battlestar Galactica verso un pianeta da cui si dice abbia avuto origine la razza umana: la Terra.
Come nella prima serie c’è il Comandante Adama (interpretato da Edward J Olmos che qualcuno ricorderà essere stato il tenente di Miami Vice), ma c’è anche una autorità civile il Presidente Laura Roslin (Mary McDonnel) che guida il suo popolo verso la Terra.
C’è ancora Apollo interpretato da Jamie Bamber e il Dottor Balthar (James Callis).
La novità è data dall’aumento dei personaggi femminili.
Oltre alle già citate Tricia Helfin e Mary McDonnel, abbiamo un’altra Cylon (il tenente Sharon “Boomer” Valerii) interpretata da Grace Park e lo stesso personaggio di Skorpio (Starbuck in inglese) interpretato da Kate Sackoff.


25 anni sono tanti e si vedono begli effetti speciali, nella perfezione delle immagini.
Ma anche in una particolarità della storia, appena accennata, ma interessante per la sua impostazione: gli Umani credono negli Dei, i Cylon – evolutisi in forma umanoide - credono in un solo Dio.
L’anno scorso parlammo di due serie televisive di fine anni sessanta - inizio settanta, che sembrano definitivamente “chiuse”, mai più riprese: Ufo , Spazio 1999 e I Sopravvissuti .
Battlestar Galactica fa eccezione e segue il solco di Star Trek, riscuotendo un (meritato) successo anche nella nuova edizione.
Nelle fotografie: Tricia Helfer, il cast della prima serie e quello della nuova serie in corso.


Entra ne

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Babbo Natale, per Natale volio un Cylon !!!

Ares ha detto...

Articoli estivi ? :-)

Monsoreau ha detto...

Questo è un blog generalista ... :-)

Blast! ha detto...

Salve.
ho notato che qui piace la fantascienza di un certo periodo come oggi non se ne vede più in giro (invasion, ad esempio fa veramente schifo e ci hanno pure speso miliardi).
comunque, volevo segnalare un romanzo sci-fi on line POLITICAMENTE SCORRETTO.
se a qualcuno interessa.
saluti
http://romanzo-cyber.blogspot.com/

Monsoreau ha detto...

Memorizzo e lo leggerò.
Concordo sull'opinione su Invasion. Ma è poi fantascienza quella ?

Scott Arthur Edwards ha detto...

Hey, you have a great blog here! You really are very talented and deserve an honest compliment, congratulations! I'm definitely going to bookmark you!

I have a start work at home business site/blog. It successfully covers start work at home business related stuff.

Come and check it out when you get time, as I would be honored to help a hard-working person like you become successful in this business. Scott.