Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

16 maggio 2012

I Greci combattono anche per noi


La Grecia non sembra riuscire a costituire un governo e pare avviarsi a nuove elezioni che potrebbero segnare la sua auspicabile e bene augurante per tutti uscita dall’euro.
I quotidiani sono pieni di minacciosi proclami e scenari apocalittici (per i Greci, ma anche per tutti coloro che vorrebbero la fine dell’euro).
Tutti i servitori di regime sono mobilitati per convincere e proiettare nel Popolo l’idea che uscire dall’euro sarebbe un suicidio.
Gli stessi Greci dovranno subire fortissime pressioni mediatiche perché votino i partiti amici dell’euro, pena conseguenze inenarrabili di povertà e fame.
Credo che gli gnomi della finanza internazionale comincino a temere che il loro perverso disegno egemonico possa andare in frantumi ed ecco la reazione.
Una volta il potere reagiva con le baionette, oggi con la stampa e la propaganda, ma la finalità è la medesima: ingannare ed opprimere il Popolo.
Indubbiamente se sarà solo la Grecia ad uscire dall’euro e tutti gli altri stati chiudessero rapporti, commerci e crediti, i Greci avrebbero da penare e non poco.
Così come accadrebbe a Portogallo, Spagna, Irlanda, Italia e tutte le altre nazioni se, una alla volta, dovessero gettare la spugna ed abbandonare la funesta moneta europea di nome, tedesca di proprietà.
La Storia dovrebbe insegnare che l’ostinazione è destinata ad essere sconfitta lasciando sul campo perdite di gran lunga maggiori di quelle che si avrebbero se si rinunciasse per tempo.
La Grecia sta pagando l’ostinazione con la quale la si vuole mantenere nell’euro a dispetto dei parametri numerici, indebitando la nazione e rendendo l’intero popolo greco schiavo degli speculatori finanziari.
Altrettanto accadrebbe a Spagnoli, Italiani, Portoghesi, Polacchi, Irlandesi se, in ordine sparso, affrontassero il Nemico.
L’Italia lo sa bene considerando che ci siamo già passati nel 1992, quando Ciampi, governatore della Banca d’Italia, in accordo con Amato, presidente del consiglio, bruciò migliaia di miliardi di lire per mantenere l’Italia nello SME (serpente monetario europeo) senza peraltro riuscirci.
Valuta pregiata bruciata, senza raggiungere l’obiettivo proposto.
Diversamente accadrebbe se, approfittando della probabile (ed auspicabile) scelta greca, anche Portogallo, Spagna, Italia, Irlanda, Polonia, Repubblica Ceca e tanti altri decidessero di restaurare la propria Sovranità, Indipendenza, Libertà e Dignità Nazionale abbandonando l’euro e tornando a battere moneta in proprio che è la quintessenza della Sovranità Nazionale.
Una scelta unitaria, di tutte le nazioni, non lascerebbe scampo alla protervia tedesca che dovrebbe negoziare e scendere a patti per costituire una unione, soltanto di libero mercato come era in origine, fondata sul consenso e sul rispetto della unicità dei Popoli e delle Nazioni europei.
Duemilacinquecento anni dopo Maratona i Greci tornano a combattere una guerra nell’interesse di tutti i Popoli europei.
Non lasciamoli combattere da soli.



Entra ne

6 commenti:

Nessie ha detto...

Non tutte le ciambelle riescono col buco e non tutti i post che scrivi sono nelle mie corde. Questa però è un'ottima ciambella :-).

Su Ciampi aggiungiamoci anche che fu il promotore della messa su piazza straniera del nostro Debito pubblico (1994).
E fu così che le banche straniere diventarono i nostri principali padroni.

Johnny88 ha detto...

Certo che non li lasceremo soli i greci. Comunque occhio all'anti-germanismo fine a se stesso. Alla fine dei conti pure la Germania è vittima della trappola dell'Euro e la stragrande maggioranza dei tedeschi, se avesse potuto votare, non avrebbe MAI scelto di abbandonare il Marco per l'Euro. Alla fine tutti, italiani, spagnoli, greci, ma anche tedeschi siamo sulla stessa barca. Ingannati da elites folli che per un progetto folle stanno squassando tutti noi. Perchè anche la Germania e il suo popolo pagheranno caro l'Euro, o diventano la Lombardia d'Europa e pagano per altri o perdono miliardi investiti in titoli greci, italiani e spagnoli. Questa Europa folle sta uccidendo tutti, tedeschi compresi, non dimentichiamolo.

Massimo ha detto...

L'ossessione con la quale si proclama la linea del Piave dell'euro in Grecia come altrove, assomiglia all'ossessione di voler finanziare il sud Italia o a quella del giocatore incallito che, ogni settimana, raddoppia la giocata su un numero che non esce. Più restiamo nell'euro, TUTTI, più ci costerà. Uscirne oggi sarà un salasso, fra un anno un bagno di sangue.

Nessie ha detto...

Importante anche la precisazione di Johnny che condivido. I tedeschi sono i primi ad averne piene le cosiddette della Merkel e dell'Euro. Non dimentichiamo inoltre che è dal dopoguerra che li obbligano a cuccarsi un'immigrazione turco-mussulmana.

Johnny88 ha detto...

Ma Nessie, anche la Merkel è un capro espiatorio. Lei sta gestendo male una situazione che però non ha creato lei. Alla fine l'Euro è stato imposto alla Germania da Mitterrand, perché i francesi avevano il terrore della Germania riunita. Poi la Germania ha imposto il tasso di cambio che ha voluto che ha favorito lei, ma che ha ridotto in braghe di tela tutti gli altri. Poi mica è stata la Merkel a far entrare la Grecia nell'Euro, è stato Schroeder. Alla fin fine non me la sento di condannarla tous-court, sta gestendo male una situazione che però le è cascata in testa per colpa dei suoi predecessori (Kohl e Schroeder) e alla fine comunque mettetevi nei suoi panni. O sfascia l'Euro e fa implodere il sistema bancario tedesco (robe che Weimar al confronto è 'na bazzecola) oppure fa diventare il suo paese la Lombardia d'Europa che deve pagare per gli altri, quello che vuole Wall Street in soldoni. Insomma, non credo sia lei la colpevole di tutto, lei sta solo gestendo (malissimo) una situazione creata da altri prima di lei. Non l'ha voluto lei l'Euro, non ha voluto lei l'Italia e la Grecia nell'Euro e alla fine se ci riflettete e un po' grazie a lei se forse riusciamo a sfasciare 'sto schifo di Euro...

Nessie ha detto...

Sì, ma l'ottusità tipicamente krukka è quella che non le garantisce empatia né simpatia, anche da parte di Nigel Farage, se osservi i suoi video. Non è esatto quello che dici sulla Germania, Johnny. Ricorda che Helmut Kohl è uno dei padri fondatori di Eurolandia ed ebbe a dire, (confermando un po' quanto asserisce Massimo sull'euro come riedizione del marco tedesco), che dovevamo essere legati alla Germania come dei lillipuziani con Gulliver. E difatti lillipuziani siamo.

Poi è chiaro che il discorso generale di fondo è un disegno europeo voluto dagli oligarchi di Wall Str. di una UE come primo importante "blocco" del NWO. E guarda caso, anche per il popolo americano sarà dura in fatto di sovranità violate.