Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

14 dicembre 2010

Il ruggito del Leone di Arcore

Non un caimano, ma un leone indomito che ha rifiutato fino all’ultimo l’ipotesi di concedere le sue dimissioni.
Ed ha vinto.
Grazie alla compattezza dell’alleanza con la Lega ed alla coscienza di alcuni che pensavano, seguendo Fini, di trovare un’autostrada e, invece, si sono scoperti percorrere un impervio sterrato.
Tre voti di maggioranza non sono molti e non saranno sufficienti a governare a meno che altri, storditi dalle sirene finiote, dopo la bastonata di oggi non rinsaviscano e tornino a casa: per quanto mi riguarda la porta è aperta per tutti, tranne Fini, Barbareschi, Bocchino, Briguglio, Della Vedova, Granata e Urso, gli artefici, i portabandiera del finiotismo e i grandi sconfitti odierni.
Personalmente credo che a marzo si dovrà comunque andare al voto, ma ci si andrà con il Governo Berlusconi saldo sulla tolda di comando e dopo che a Napolitano è stata sottratta anche l’ultima foglia di fico per un ribaltone.
Nel frattempo il senato dovrà votare, prima di Natale, la riforma dell’università,la riforma Gelmini che sarà un’ulteriore gemma per l’azione di governo, da spendere in campagna elettorale.
Hanno perso non solo Fini e i suoi “consigliori” incattiviti e bavosi, ma anche tutte le opposizioni che non hanno saputo proporre altro che il “no” ad una persona, ignorando qualsivoglia progettualità, idealità e seria proposta.
Hanno perso i ruderi del sessantotto che Bersani ha portato in piazza sabato scorso assieme alle truppe del sindacato ottocentesco e ai giovani dei centri sociali capaci solo di occupare edifici, distruggere proprietà pubbliche e private, bloccare il traffico, insomma: esercitare violenza sul prossimo.
Ha perso Casini che, comunque, da buon democristiano resta sempre a galla.
Ha perso Montezemolo che vede allontanarsi la prospettiva di un suo “sacrificio”, entrando in politica, per il “bene di tutti” !?!?!
Ha perso la”sovrastruttura” dei poteri forti che aveva puntato, ancora una volta, su un ronzino, credendolo un cavallo di razza, per liberarsi di Berlusconi.
Ha vinto il Popolo Sovrano che nel 2008 aveva dato la maggioranza a Berlusconi, “per Berlusconi Presidente” e che l’aveva confermata nel 2009 e nel 2010.
Oggi è giorno di festa.
Domani Berlusconi dovrà ricominciare a dimostrare di meritare la fiducia, portando avanti tutte le riforme programmate, a cominciare da quella della giustizia, per difendere il “suo” Popolo dall’avidità dei poteri forti.

Entra ne

7 commenti:

Nessie ha detto...

l'avevo scritto nel post più sotto, ma lo riporto qui: RI-Vittoria!
Ma ora non si mettano in mente di fare inciuci con l'Udc che ha tramato con Fini fino all'ultimo.

marmando ha detto...

Mi sta bene un'apertura con Casini, purchè serva solo per continuare a lavorare con una certa tranquillità fino ad elezioni anticipate da svolgersi quanto prima.

Jetset - Libere Risonanze ha detto...

E' stato splendido. Te lo dicevo quando polemizzavamo, Berlusconi è un sicuro argine contro la sinistra!!! BRINDIAMO!!!
P.S. lui sa benissimo che Casini rifiuterà. Un traditore l'ha già fatto fuori, ora vuole far fuori il secondo. Niente di meglio che mostrare al popolo italiano chi è che davvero non vuole le riforme.

Angelo D'Amore ha detto...

una vittoria tanto rumorosa, quanto inutile.
http://nonsolonapoli.blogspot.com/2010/12/unindigesta-minestra-riscaldata.html

Massimo ha detto...

*Nessie. Io spero che se di facciata faranno proposte a Casini, in realtà puntino al rientro di pecorelle smarrite come Moffa. In fondo basterebbero una decina di rinsaviti per andare avanti.
*Marmando. Per me le elezioni a marzo, se non ci saranno altri pentiti del tradimento, sono inevitabili.
*Jet. A Berlusconi, nel 2008, rimproverai solo la scelta di Fini e l'aver mollato Storace ...
*D'amore. Se avesse perso sai che rullo di tamburi ! Le vittorie, poi, non sono mai inutili. Come minimo fanno morale.

Fabio ha detto...

Concordo sulla sconfitta dei poteri forti. Per ora, ma se non si approva in fretta per esempio la riforma della giustizia il pericolo resta. Il vero problema da noi è la mancanza di un'opposizione democratica: questa che abbiamo non accetterà mai, per logica perversa, che l'Italia possa andare in direzione diversa da quella che essa immagina. Pensaci bene, tutto sto gran casino che ha portato infine al voto di ieri è stato spalleggiato da media e magistratura che come dici giustamente, speravano di aver trovato in GF l'alfiere adeguato. Finito lui ne cercheranno un altro con le stesse modalità.

Massimo ha detto...

*Fabio. Come potrai leggere dal post che sarà edito alle 18,30 ai temi che hai posto ho cercato di dare la mia risposta. Tranne all'ultimo. So benissimo (e lo sanno tutti) che chiunque guiderà il Centro Destra sarà perseguitato da ogni genere di attacco. E' capitato a tutti quelli che Berlusconi ha sostenuto (basti pensare a ciò che ha subito Alemanno proprio in questi giorni). Ma la differenza tra noi e loro sta proprio nel fatto che i nostri "capi" lo sono anche nello spirito con cui affrontano gli attacchi. I loro, invece, preferiscono restare nel gregge e confondersi con la massa.