Ciò che è bene per la sinistra è male per l’Italia. Ciò che è male per la sinistra è bene per l’Italia.

Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com
Si devono intraprendere le guerre per la sola ragione di vivere senza disturbi in pace (Cicerone)

No alla deriva

No alla deriva
Diciamo NO alla deriva

15 giugno 2015

Il ricatto dei clandestini



Noi Italiani siamo di cuore troppo tenero.
Lo abbiamo dimostrato nelle guerre, nella nostra epopea coloniale e lo dimostriamo quotidianamente quando aiutiamo il prossimo o, meglio, crediamo di aiutarlo facendo le "elemosine", spesso senza sapere dove vanno a finire quei soldi.
Me ne sono accorto personalmente, dopo la morte di mio padre, quando scoprii, da telefonate e comunicazioni che arrivavano quasi ogni giorno, che mio padre dava un (piccolo) contributo pressochè a tutti quelli che lo chiedevano e anche più volte all'anno non tenendo nota delle associazioni che aiutava,
In un anno feci un elenco di diciotto organizzazioni che telefonavano o scrivevano anche tre o quattro volte nell'arco dell'anno.
Naturalmente, per rispetto verso mio padre ho continuato a contribuire ma solo a quelle di cui ho verificato le attività, in pratica un terzo del totale.
La questione degli immigrati è uguale.
Ci dicono che fuggono dalle guerre, dalle malattie, dalla miseria, dalla morte e che "dobbiamo" accoglierli.
Il nostro cuore si intenerisce e ci portiamo in casa quelli che quando non rubano ci tagliano le braccia.
E se non rubano e non ci tagliano le braccia ci costano una enormità, insopportabile, di denaro, perchè diventano solo e soltanto un centro di costo:
- ci costa l'equipaggiamento e il materiale per andarli a prendere fin sotto le coste africane;
- ci costa trasportarli in Italia;
- ci costa identificarli;
- ci costa dare loro un alloggio anche se di fortuna;
- ci costa sfamarli;
- ci costa curarli;
- ci costa istruirli;
- ci costano persino quando, espulsi, fanno ricorso e imbastiscono un processo pagato da noi;
. ci costa anche il loro rimpatrio (almeno per quei pochi che riusciamo a rimpatriare, ma questa è una spesa che sostengo volentieri).
Approfittano del buon cuore degli Italiani anche personaggi sulla cui buona fede non scommetterei che ci ammorbano con frasi fatte e stucchevoli, puntando sulla compassione, ma nessuno che ci dica
- chi paga
- per cosa si paga
- come fare in modo che sia garantita la nostra sicurezza fisica, le nostre proprietà, la nostra salute.
E poi dobbiamo sopportare le notizie dei telegiornali che ci informano delle malattie (scabbia e malaria e chissà che non ci riportino lebbra e tubercolosi o anche peggio) che accompagnano i clandestini.
Dobbiamo sopportare le notizie che ci dicono come costoro aggrediscano con machete, roncole, picozze (il famigerato Kabobo non è un caso isolato, come ben possiamo leggere).
Dobbiamo sopportare le loro ribellioni che, anche se sono contro i Francesi (che ben hanno in mente e praticano senza compassione il loro interesse nazionale ... e fanno benissimo !) comunque manifestano in Italia, a spese nostre, occupando le nostre strade, le nostre spiagge.
Allora basta !
Non so quale sia il "piano b" millantato da Renzi, ma c'è una sola soluzione: bloccare gli arrivi con ogni mezzo.
Anche pagando gli scafisti per riportare indietro i clandestini come dicono facciano gli australiani (che, peraltro, sembra che non vadano neanche tanto per il sottile quando un barcone si avvicina alle loro coste).
Ci costerebbe comunque meno che accoglierli.
E rimpatriare chi è già in Italia, per bonificare e ripulire le nostre città e il nostro territorio.
Abbiamo un esercito: utilizziamolo !
E poi organizzare campi di raccolta in Africa, aiutandoli in loco a crescere con i propri mezzi.
Ma senza pagare i capi tribù locali, bensì inviando un governatore, un po' come faceva Roma con le sue province.
Magari mandiamoci la Boldrini e Bergoglio che sembra siano più interessati ai clandestini che agli Italiani.
Sì, perchè i telegiornali e i quotidiani ci dicono anche che ci sono migliaia di Italiani senza casa, al di sotto della soglia della povertà, spesso senza possibilità di fare due pasti al giorno.
Allora se abbiamo tanti soldi da sperperare per i clandestini, perchè lasciamo nell'indigenza dei nostri Connazionali ?



Entra ne


2 commenti:

Luposiculo ha detto...

Buongiorno, Renzi non ha alcun piano B, ha solo chiacchiere e lo ha dimostrato molte volte, è solo un fantoccio e un millantatore. Non è lui che comanda, non è lui che decide e, si sa, se non decidi qualcun altro lo fa per te.
La soluzione che indichi tu è corretta ma...non può essere attuata che dal governo italiano in esclusiva, l'Europa non ci metterà nemmeno una zampa, ci lascerà soli e "indifesi". Quindi visto il livello di pusillanimità dei politici e governanti italiani degli ultimi 60 anni è una soluzione utopistica. Resterà solo una sollevazione popolare frammentata, episodica e di varia intensità che porterà questo paese alla sua fisiologica e prevista conclusione: lo sfascio totale. Dopo? Dopo non ho le idee ben chiare, tu?

Massimo ha detto...

Dopo lo sfascio si ricostruisce, come sempre.